L’Invidia ovvero la Satira I di Orazio

Qui fit, Maecenas, ut nemo, quam sibi sortem
seu ratio dederit seu fors obiecerit, illa
contentus vivat, laudet diversa sequentis?

Com’è, o Mecenate, che nessuno vive contento della sorte che la ragione gli ha dato o il caso gli ha gettato davanti, e tutti invece non fanno che esaltare chi persegue una vita diversa?

Orazio, Satire I, I

Orazio è più che mai attuale. L’invidia è rimasta, nonostante gli avvertimenti dei saggi, come parte dell’animo umano fino ad oggi e nella società contemporanea trova terreno fertile nel consumismo e nel capitalismo.
Orazio ci ricorda che l’invidia della ricchezza dell’altro, facendo a gara a chi accumula di più, è tanto diffusa quanto poco sensata.

O forse, vegliare senza fiato per la paura, vivere e notte e giorno nel terrore dei maledetti ladri, degli incendi, degli schiavi, che non t’abbiano a saccheggiare la casa e scappar via, è questo che ti piace?

Orazio, Satire I, I

La ricchezza procura ansie, non felicità. Accumulare porta a non godersi quel che con quel denaro si potrebbe avere. Sembra banale eppure da Orazio ad oggi ancora nulla è cambiato e i potenti (e i meno potenti) continuano ad accumulare ricchezze senza mai averne a sufficienza perché, evidentemente, vedono in altri più ricchezza, l’invidiano.
E l’invidia, è chiaro, non tocca solamente l’ambito finanziario.

com’è che nessuno, come nel caso dell’avaro, sia contento di sé […] e si strugga perché la capretta d’un altro porta le mammelle più gonfie […]
Accade perciò che di rado possiamo scovarne uno che dica di esser vissuto felice e che, terminato il suo tempo, se ne contenti e abbandoni la vita come un convitato sazio.

Orazio, Satire I, I

Ricordiamoci un poco la filosofia epicurea e cerchiamo di gioire di quel che siamo, delle nostre capacità che spesso sottovalutiamo, delle cose che abbiamo perché fare altrimenti non porta alla felicità. Non si esageri nell’accumulare e nemmeno, al contrario, a scialacquare: in media stat virtus (la virtù sta nel mezzo) è il motto caro al costume romano. Questo vuol ricordare Orazio. Questo è il mio consiglio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: