Pianto Onirico

Stamattina mi sono svegliato presto come ormai da qualche tempo ma, nonostante il caffè coi biscotti mi sentivo stanco.
La casa si è subito svuotata ed io, rimasto solo, mi sono rinchiuso in camera mia dove per prima cosa ho acceso la radio perché mi tenesse compagnia.
Devo passar l’aspirapolvere per casa, poi devo studiare: manca meno di una settimana. Pensavo a questo ma la sensazione di stanchezza non mi lasciava e così mi sono messo nel letto ad ascoltare la radio.
Mi sono addormentato. Un’ora passa. Mi sono svegliato…ed una lacrima solcava il mio viso.
Ricordavo il sogno che avevo fatto; anzi è stato difficile distinguerlo dalla realtà della veglia: Com’è possibile che dopo quasi un anno ancora mi struggo, in sogno per giunta, per l’Amore che mi sono fatto sfuggire?
Sono un tipo razionale direi ed è la mia profonda razionalità che rinchiude certi sentimenti durante la veglia. Ma nel sogno la razionalità non arriva e tutti gli umori sono liberi e si esprimono per non rimanere repressi.
Mi maledico per aver costretto Amore ad allontanarsi! Ah, quanto mi maledico!
Mi maledico per non essermi accorto del dolore che stavo causando a Lei! Maledetto, maledetto me!
Ora non mi resta che redimermi per quel che ho causato ed una solenne Le ho fatto: Finché ne avrò potere mi adopererò per procurarLe tutta la felicità e la serenità che merita.
Non mi resta che espiare e piangere per l’Amore che ho perduto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: